peek a boo!

peek a boo! by bruno
peek a boo! a photo by bruno on Flickr.

Alla ricerca del micromondo.. Un insetto dalla corazzatura verde esce dal cuore di una rosa gialla.
Con la camera al seguito, ci sono sempre delle sorprese nell’osservare il piccolo intorno a noi. La macrofotografia, cosa difficilissima e per dei sofisti della tecnica, ti avvicina all’infinitamente piccolo con dei particolari che ad occhio nudo non percepisci. Sono molto attratto da questa esplorazione nel piccolo, fatta di luce e colori, di mostri dalle forme aliene, di fiori e di insetti comuni che rappresentano la quotidianità che non notiamo ma che, se osservati a dovere, aprono la visione su un mondo parallelo fatto di dettagli straordinari.
La limitazione tecnica è evidente e non può chiaramente competere con gli specialisti del settore ma a me piace ugualmente, solo per la possibilità che possiedo di commutare, randomicamente, lo sfondo del mio computer con le immagini che vede il mio fedelissimo 100 mm. Chi desidera può chiaramente scaricare la fotografia in risoluzione originale 1920×1200 (su flikr, basta cliccare con il tasto destro).

celery

celery by bruno
celery a photo by bruno on Flickr.

una pianta di sedano, in campagna, il primo vero sole dopo tanta pioggia e nel microcosmo tutto si muove.. mi sono regalato uno sfondo per il mio laptop. chi desidera può chiaramente scaricare la fotografia in risoluzione originale 1920×1200 (su flikr, basta cliccare con il tasto destro)

ice wall

ice wall by bruno
ice wall a photo by bruno on Flickr.

Quando Patrizia e Riccardo mi portarono via dalla sala operativa, era una giornata magnifica. La temperatura era ancora una decina di gradi sotto zero ma il sole era alto e potente anche sotto il 70°sud. Ricordo era domenica e nonostante gli impegni Stefano, il mio “coppio” in sala mi disse che era necessario staccare un po’. MI cambiai in pochi minuti e approfittai di una ricognizione per saggiare la consistenza del pack marino. Andammo in macchina, una Ford dei vigili del fuoco. Arrivammo nella parte finale della Tethys Bay, l’ultima parte, quella sotto un costone di roccia antico con un piccolo ghiacciaio a strapiombo sul mare. Ciò che vedevo dai monitor, dalle vetrate della mia postazione abituale di lavoro, mi si presentò davanti e più mi avvicinavo e più era grande, nonostante fosse infinitamente piccolo di fronte a tanti altri posti di cui gli altri mi parlavano. La mia libertà durò poco più di 30 minuti, quanto bastò per farmi render conto di cosa era quel posto e di dove ero davvero.

la foto è scaricabile da flickr cliccando in alto a destra sul simbolo della lente d’ingrandimento e successivamente sul link “tutte le dimensioni” fino all’originale in risoluzione 1920×1200

antarctic crevasses

antarctic crevasses by bruno
antarctic crevasses a photo by bruno on Flickr.

Quando le persone mi chiedono cosa ho visto e cosa ho provato rimango sempre senza termini. non riesco a trovare facilmente delle parole per descrivere le stesse emozioni che questa immagine ha provocato in me dal vivo.
Quella frattura celeste nel bianco candido, è il simbolo di una forza immensa, di pressioni ciclopiche. E’ una frattura, un semplice crepaccio che rompe il manto eterno di gelo e di bianco inviolato.  Scattata sotto le pendici di un vulcano (mount Melbourne).

Solo per rendere partecipi della profondità, il crepaccio è profondo circa 30 metri..

La foto è anche un wallpapaer 1920×1200 (basta cliccare sulla lente di ingrandimento in alto a dx e poi su tutte le dimensioni)

rest

rest by bruno
rest a photo by bruno on Flickr.

una foca di weddel si riposa poggiando il mento sul bordo del ghiaccio. La foto è stata scattata in Tethys bay, in Antartide con un obiettivo Canon EF 24-70mm/F2.8L. La foto può essere utilizzata come sfondo per i personal computer con risoluzione 1920×1200, basta cliccare in alto a destra sulla lente di ingrandimento e poi di nuovo su “tuttte le dimensioni”.

my desktop today

my desktop today by bruno
my desktop today a photo by bruno on Flickr.

oggi volevo qualcosa di bello e di chiaro.. utilizzato geektool per l’orario e il log di sistema sullo sfondo.

wallpaper

questa è l’immagine attuale che uso per lo sfondo del mio pc. trovata sulla rete. per scaricare l’immagine si deve cliccare sulla lente di ingrandimento sull’angolo in alto a destra della foto e poi alla successiva pagina andare, sempre in alto a destra sul link “tutte le dimensioni”.