Ero di destra. Oggi rinuncio.

69626531_10217164081908868_190691922262622208_n.jpg

Ero di destra e oggi sono solo.

Sono sempre stato di Destra, forse un po’ più per quella storica che avevo letto sui libri e per quella sociale poi, ma mai, e sottolineo mai, per quella estrema. Ridotta ai minimi termini la mia era un’idea che è sempre stata per regole e rispetto, per onore e Patria. Sono per la giustizia, per il fiscalismo, per l’equità nei rapporti stato-cittadino, per decoro e ordine, per responsabilità e dovere, per organizzazione e merito. Di contro non sono un conservatore, specie con il mondo che va a questa velocità e di sicuro non sono un sovranista, specie per gli accordi di cui siamo parte integrale e integrante e per quanto dipendiamo dagli altri per concetti, ahimè, non di piccolo dettaglio, come energia ed economia. Identità, radici, storia e cultura, sono il collante aggiuntivo. Continua a leggere

Orpheus

ioIl cassiere è solo, dentro uno spazio fatto solo di neon e di scaffali vuoti. Si passa la mano sui capelli grigi e appoggia il palmo della mano sulla fronte. Passo da dietro, nell’uscita senza acquisti, perchè oggi ho commesso un errore, pensavo di trovare il solito e invece ho trovato il nulla.

Lo spazio, enorme, è un paio d’ettari di aria umida e di cartelli colorati che raccontano sconti disordinati. Un supermercato storico chiude, non solo qui, ma in tutto il paese. Specchio di un fallimento sia economico che di dignità. Uno specchio delle bugie, delle priorità sconvolte, della follia di un paese alla deriva.

Non voglio entrare nel merito, non me lo posso permettere, non voglio sindacare sulle cause perché non le conosco, voglio solo condividere il dolore di quella sottile disperazione, quello sguardo vuoto legato alle leggi del mercato, alla domanda e all’offerta, al principio edonistico.

Non so perché lo scrivo. So solo che ora, non faccio altro che collegare le mie emozioni ai fatti intorno, alle promesse di cui ci nutriamo, alle priorità che qualcuno ci ha distribuito e che, stranamente, non coincidono con quelle percepite.  Continua a leggere

iTaGlia! una meravigliosa accozzaglia di creativi!

imagesCerto che a leggere le notizie di oggi si traggono degli ottimi spunti di riflessione.. Iniziamo: All’ex governatore della regione Lombardia, Roberto Formigoni,  è stato sequestrato, dalla procura di Milano, un patrimonio di circa 49 milioni di euro fatto di ville, conti correnti a altri beni di lusso. Ora, visto che il poverino ha subito dichiarato che non possiede tutto questo  e che addirittura ha un conto in rosso di 75 mila euro e 18 euro di attivo su un altro, mi chiedevo:

Continua a leggere

Mandela day

Nelson-Mandela-tribute-2

Oggi i grandi della terra renderanno omaggio ad un grandissimo uomo. Tutti collegati in mondovisione, le immagini arriveranno dal Sudafrica, dove il popolo del mondo riceverà la sua dose di buone emozioni nel ricordare un grande politico, una figura universale, un mentore, un esempio. Anche l amia gola sopporta un peso enorme nel contemplare persone accomunate da un unico desiderio, essere li a rendere omaggio a Madiba.

Il tutto mentre a Torino, la gente con i forconi in mano inveisce contro i nostri politici al grido di “LADRI, LADRI!”. Continua a leggere

definizione di italia

pianuraVista dall’alto è un a meraviglia per gli occhi e anche il cielo sembra più grande.

Dal basso invece è un posto dove ormai tutti hanno ragione, la colpa non è mai di nessuno e si è sempre fatto così. Vista dal basso è fatta di decine di fuochi di rifiuti, di bambini che mangiano sabbia, di precari ed esodati, di tumori indotti da compaesani cattivi con ascendete imposto. E’ fatta di imbecilli che rivendicano diritti picchiando un furgone della polizia, di imbecilli che si scolano una bottiglia di grappa per sballo, di infermieri precari che raccolgono imbecilli che si scolano una bottiglia sana di grappa per sballo.  Continua a leggere

la settimana dal terzo piano (29 sett.)

Anche questa settimana è andata. Con il colpo di grazia finale delle 18 di un sabato qualunque. Un pensionato plurimiliardario pregiudicato, uno di quelli con problemi di prostata e di memoria (ha scambiato una meretrice per la nipote di un presidente), uno di quelli che ha 11 televisioni che sparano pubblicità che dice che danno tutti in cambio di nulla, che instillano la lobotomia giornaliera, ebbene questo salvatore della Patria, che fa tutta questa attività filantropica per noi, solo per noi, ha deciso che i ministri del suo partito devono staccare la spina al suo governo (perché è solo suo, mica nostro). Tutto questo dopo che tutti i deputati avevano minacciato la stessa azione solo perché, il 4 ottobre, ilmultimiliardario-pregiudicato-salvatoredellapatria-untodalsignore-unmilionedipostidilavoro-misonofattodasolo, dovrebbe decadere da senatore e divenire, forse, una persona comune. Questo accadeva con un temismo eccezionale. mentre il nostro “prime minister” a New york diceva alla Borsa che l’Italia era un paese affidabile. Continua a leggere

la settimana dal terzo piano..

google earth ha aggiornato la situazione al giglio

google earth ha aggiornato la situazione al giglio

Un’ altra settimana è passata e quella scorsa è stata ricca di avvenimenti soprattutto se vista dal terzo piano, da quel rifugio protetto dall’altezza e non troppo alto per non vedere i dettagli.  Dal grande al piccolo: in Siria si continua a morire, gli ispettori dicono che le armi chimiche sono state usate ma un esercito di bimbiminkia ha surclassato tutto bloccando i server di apple un nanosecondo dopo la release ufficiale di iOS7.  Nel frattempo hanno ruotato la Concordia (qui potete vedere un timelapse che documenta l’operazione) hanno usato 500 persone per risollevarla quando ne bastò solo una per affondarla.

Continua a leggere